esame, sempre esami e solo esami

Uno
Uno (Photo credit: tizianotoma)

A distanza di circa una settimana si sono conclusi gli scritti degli esami di maturità. Mi sembra ieri quando anche io ero assieme a Giulia, Claudio e Giovanni in questi banchi, agitatissimo, e quando la vista mi si appannò, quando mi alzai, quando la professoressa mi chiese cosa stava accadendo.

E io ero lì, ma allo stesso tempo non c’ero.
Eppure non è solo l’esame di maturità. Sono sempre sotto esame. Nella mia storia, ma scommetto che succede anche in quella di ciascuno di voi, ci si sente costantemente sotto esame. Quando si inizia un nuovo lavoro e non sai se andrà bene, se ti porterà le soddisfazioni che cercavi, oppure saranno più grattacapi di prima.

Quando ti trovi a parlare con un amico e scopri che se ti avesse buttato un secchio d’acqua gelata addosso avrebbe fatto meno danni.

È sempre così. Un imprevisto, qualcosa che va bene e qualcosa che non va bene, ma è sentirsi vivi in un mondo vero, ed è così che va.

A volte una storia non è solo in una sequenza di parole dentro un libro. Si può essere in qualsiasi storia, vera o inventata, ma agli esami non si sfugge mai.

Chi ricorda il giorno del proprio esame di maturità? Com’era il tempo? Magari avrà piovuto. Certo non è che piova spesso a fine giugno, però a volte non si può mai sapere.

Che ricordo avete di quel giorno?

Annunci

Lascia un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...