Intervista a Giovanni Venturi – parte 3

cosas de casa
cosas de casa (Photo credit: M. Martin Vicente)

parte 1, parte 2

Andrea: Hai mai pensato di fondare una casa editrice?
Giovanni: Spesso. Ho conosciuto diversi editori e quando finalmente ho capito le loro scelte mi sono detto che non era davvero il caso. Troppe case editrici nascono ogni giorno e pensare di vivere di questo, oggi come oggi, credo sia impossibile. Devi metterci molto impegno e i costi ci sono. I finanziamenti no.

Però sei un editore.
Sì, tecnicamente sono editore. E sono un editore libero. Che pubblica cose sue.

In che forma pubblichi?
In e-book. Perché non ho il problema della distribuzione nelle librerie e non ho il problema dei resi. Certo, sono pochi quelli che leggono in e-book, ma chi mi ama mi segua.

Come è nata la tua raccolta di racconti intitolata “Deve accadere”?
È nata dopo un paio d’anni in cui ho raccolto il materiale e dopo otto mesi del «che faccio? pubblico o non pubblico? Pubblico o non pubblico?». Ogni tanto facevo il punto della situazione. Vedevo se avevo abbastanza racconti validi per riempire una raccolta. Li correggevo, ne scrivevo di nuovi e ci rimuginavo, poi, smettendo di pensare razionalmente, il 14 luglio scorso ho pubblicato il mio e-book su Amazon e a seguire su Kobo. Senza cercare un editore.

Momento della pubblicità 😉 . Chi fosse interessato a leggerti, dove può acquistare la tua raccolta di racconti?
Su Amazon, su Kobo Books, su inMondadori e su Google Play. Nei primi due casi, non si deve per forza disporre di un Kindle o di un lettore Kobo. Si possono leggere anche su iPhone, iPad, PC Apple, PC Windows, smartphone e tablet Android. Sia Amazon che Kobo hanno applicazioni per ogni piattaforma. Serve solo un account Amazon o Kobo. Aggiornamenti e informazioni su http://deveaccadere.wordpress.com/ . Una volta fatto l’account Kobo può anche scaricarsi il file e leggerlo su e-book Sony per esempio, su un Asus DR-900 (se qualcuno ancora lo avesse) o qualsiasi lettore e-book.

È l’unica cosa che hai pubblicato in e-book?
No. C’è anche il racconto “Viaggio dentro una storia” che trovi su Amazon, Kobo Books, inMondadori e Google Play.

Trovi strano essere intervistato da un personaggio?
Un po’ sì, ma tanto personaggio non sei. Sei abbastanza reale.

(blog di Giovanni: http://giovanniventuri.com/)

Annunci

Lascia un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...